LE DIAGNOSI INFERMIERISTICHE secondo la North American Nursing Diagnosis Association (NANDA)

HOME BIBLIOTECA IDEALE RECENSIONI LIBRI SCRITTORI LEGGERE SCRIVERE TEMI APPUNTI LETTERATURA ITALIANA LATINO SALUTE SPORT VIAGGI AFORISMI INTERNET

La prima a parlare di diagnosi infermieristica fu Virginia Fry in un articolo apparso nel 1953 su una rivista specializzata. Il concetto tardò ad affermarsi soprattutto perché si riteneva che la diagnosi fosse attività peculiare della professione medica. Fu la North American Nursing Diagnosis Association a imprimere un nuovo impulso alla ricerca, dando un contributo decisivo alla classificazione delle diagnosi infermieristiche.

Per diagnosi infermieristica, la NANDA intende un giudizio clinico sulle risposte date dall'individuo, dalla famiglia o dalla società ai problemi di salute e ai processi vitali, reali o potenziali. La diagnosi  infermieristica fornisce le basi per effettuare una scelta degli interventi assistenziali infermieristici che porteranno al conseguimento degli obiettivi dei quali è responsabile l'infermiere.

Le diagnosi infermieristiche costituiscono, dunque, la base su cui selezionare gli interventi per raggiungere gli obiettivi di assistenza stabiliti.
Rispondono ad un bisogno diffuso nella nostra professione di utilizzare un linguaggio standardizzato, comune fra gli infermieri di nazioni e contesti operativi diversi. Soprattutto in un'epoca di crescente informatizzazione dei dati riguardanti i pazienti. Tutto questo ha ripercussioni positive e documentate  sullaq pratica, sulla formazione e sulla ricerca infermieristiche. Aiuta inoltre la comunicazione tra professioni sanitarie diverse e con gli utenti stessi; migliorando le performance, contribuisce a contenere i costi dell'assistenza sanitaria. Fornisce un importante indice di qualità richiesto dalle più prestigiose agenzie di accreditamento delle organizzazioni sanitarie.

Quella proposta dalla NANDA non è l'unico sistema di classificazione standardizzato introdotto nella pratica infermieristica. Ricordiamo, di passaggio,  l'ICNP, classificazione proposta  dall'International Nursing Council e la NDEC (Nursing Diagnosis Extension and Classification).
 E non si tratta nemmeno di un sistema che soddisfi completamente i rigorosi criteri della comunità scientifica, da cui sono giunte motivate critiche. Il processo di validazione scientifica e l'aggiornamento stanno procedendo tuttora. Tuttavia, sono sempre più numerosi le ricerche accreditate, in campo infermieristico, che si appoggiano sulle diagnosi infermieristiche nordamericane. Di seguito proponiamo un elenco recente di tale classificazione:

 

Modello percezione/gestione della salute

Modello nutrizione/metabolismo

Modello eliminazione

Modello esercizio/attività fisica

Modello riposo/sonno

Modello cognizione/percezione

Modello percezione/concezione di sè

Modello ruolo/relazione

Modello sessualità/riproduzione

Modello affronto/tolleranza allo stress

Modello valori/convinzioni

Fonte: Gordon M.: Nursing diagnoses: process and application, New York, 1987, McGraw-Hill Book Co.

il sito della NANDA

 

la rivista