copertina libroIl matrimonio d'amore, come lo conosciamo in Occidente, ha fallito? Secondo il filosofo e saggista francese Pascal Bruckner sì. Ormai il 50% dei matrimoni, nelle società avanzate, si conclude con una separazione o un divorzio. Le stime sono in costante aggiornamento, ma si può dire che peggiorino di anno in anno. Ciò è accompagnato da una diminuzione sbalorditiva del numero dei matrimoni contratti. Negli Stati Uniti, ad esempio, il tasso di matrimoni è diminuito del 50% dal 1960 ad oggi.

La coppia, dunque, scoppia. Una persona soltanto - il coniuge nel nostro caso, - pare non riesca mai a soddisfare completamente i bisogni sessuali, emotivi, intellettuali e spirituali dell'altro partner. Nel matrimonio, si tratta di una condizione assodata. Non si sfugge: l'unica soluzione parrebbe quella di abbassare le aspettative e di accettare standard più modesti e un certo grado di infelicità.

Una delle manifestazioni - forse la più eclatante - che rende palese lo stato di insoddisfazione e di infelicità coniugali è l'infedeltà o tradimento. Da parte di uno dei due coniugi o di entrambi. L'infedeltà è diventata la più importante causa di rottura del matrimonio monogamico.

Dopo una relazione extraconiugale, per salvare il proprio matrimonio, molte persone ricorrono a tutta una schiera di esperti che sulla crisi dell'amore di coppia hanno costruito gran parte del proprio business: psicologi, consulenti matrimoniali, psichiatri, terapisti di ogni specie, sessuologi, avvocati.

Tre fenomeni abbastanza recenti hanno influenzato, a mio avviso, la crisi della coppia: il femminismo, la longevità e l'avvento dei social media. il femminismo e l'emancipazione femminile hanno reso più consapevoli le donne dei propri diritti. Spesso autonome economicamente, le donne contemporanee non sono più disposte a sopportare relazioni matrimoniali men che perfette. Talvolta una spasmodica ricerca della felicità personale e del perpetuo idillio roamntico le porta a rompere relazioni consolidate e, per molti versi, accettabili.
La longevità - dicevamo - : l'innalzamento dell'aspettativa di vita ha portato i matrimoni a durare per decenni, con inevitabili problemi di usura e di noia.
Ma l'effetto più dirompente lo ha causato il grande successo dei social media e delle app di dating e di messaggistica: hanno stravolto completamente il mondo delle relazioni, con ripercussioni che misureremo in tutta la loro esplosiva portata negli anni a venire. Gli smartphone e le nuove tecnologie hanno reso piuttosto facile e rapido connettersi con persone in tutto il mondo. Per molti uomini, ma soprattutto per molte donne, ciò ha elevato alla potenza le opzioni disponibili e la tentazione di connettersi con nuovi partner, per sfuggire alla grigia routine coniugale, è diventata per sempre più persone quasi irresistibile.

Quali sono i tassi di infedeltà? Variano da Paese a Paese, secondo le culture locali prevalenti. Prospera dove c'è una maggiore libertà di costumi. Naturalmnente è problematico quantificare il tasso di infedeltà nelle coppie: per qualcuno si attesta a un prudenziale 40%, ma c'è chi parla di percentiauili che arrivano a sfiorare l'80% di coniugim che hanno tradito il partner almeno una volta nella vita. Trattandosi di un tema delicato, chi risponde alle interviste tende a nascondere la verità, forse in qualche caso persino a sé stesso, per pudore, vergogna o senso di colpa.

Per chi voesse saperne di più sull'infedeltà, come fenomeno emergente della società tardomoderna, un testo imprescindibile è quello scritto da Lawrewce Jospeh, un sorta di Bibbia psy sul fenomeno. L'autore, Lawrence Josephs, insegna Psicologia nello Stato di New York, dove svolge la sua attività privata di psicoterapeuta familiare e di coppia.

Premesso che l'infeddeltà viene vissuta quasi sempre come un trauma dalla persona tradita, demolendone fiducia nel coniuge e autostima Josephs esamina le ragioni per cui le persone possono diventare infedeli, sottolineando l'importanza dell'attrazione, del desiderio e della novità nelle relazioni sessuali. Esplora i cambiamenti fisiologici e psicologici che l'invecchiamento comporta sulla sessualità e il desiderio, oltre agli effetti dell'asessualità sulle dinamiche di coppia.

L'autore si sofferma sulle emozioni coinvolte nell'infedeltà, comprese la colpa, il rimorso, la gelosia e la rabbia. Joseph esplora anche la possibilità che l'infedeltà possa essere una reazione all'insoddisfazione sessuale o alla mancanza di attenzioni e affetto nel matrimonio.

Lo psicologo statunitense si concentra anche sulle diverse prospettive di coloro che sono coinvolti nell'infedeltà: i partner tradizionali, gli stessi infedeli e anche i cosiddetti "mate poachers", coloro cioè che cercano di sedurre chi è già impegnato. I sentimenti e i conflitti interni che queste persone possono sperimentare vengono analizzati minuziosamnente.

Infine Joseph esaminò i possibili modi per superare l'infedeltà e ricostruire una relazione di coppia. Vengono esplorate le terapie di coppia e le difficile prove psicologiche che i partner devono affrontare per donarsi reciprocamente e ripristinare la fiducia.

"Infedeltà" di Lawrence Joseph è un libro estremamente approfondito e ricco di contenuti che esplora le diverse sfaccettature e complessità dell'infedeltà nelle relazioni di coppia. L'autore affronta il tema con grande sensibilità, cercando di comprendere le ragioni e le emozioni che spingono le persone a tradire i propri partner.

Uno dei punti di forza del libro è la vasta gamma di prospettive analizzate: non solo si esplorano le esperienze dei partner traditi e degli infedeli stessi, ma si va oltre, esaminando anche il punto di vista dei "mate poachers", aggiungendo ulteriore profondità al quadro complessivo.

Si parla con franchezza delle possibili incompatibilità tra partner che hanno livelli di libido diversi, tra chi vive bene nella propria condizione asessuale e il partnere che reclama una maggiore attività sotto le lenzuola. Josephs di sofferma sull'interessante concetto di "mate value":
"L'infedeltà può essere indotta dal desiderio di frequentare una persona con un mate value superiore a quello del proprio partner attuale. Il mate value è determinato da una serie di fattori: l'intelligenza, l'empatia, la lealtà, la devozione, il calore, la stabilità emotiva, l'affidabilità, l'umorismo, l'autenticità. Questo per le relazioni a lungo termine. Per le relazioni a breve termine possono essere apprezzate qualità come la bellezza, la vitalità, lo status sociale, le risorse economiche.
L'infedeltà può essere espressione della ricerca di un partner sessuale piu attraente, di un rivale sentimentale con caratteristiche più desiderabili del partner legittimo".

E più avanti continua così:
"Alcune persone infedeli vanno alla ricerca di conferme esterne, di validazione sessuale e sentimentale. Le persone hanno minori probabilità di tradire quando si sentono sessualmente e sentimentalmente desiderabili e desiderate. Le persone sentono il bisogno di essere rassicurate circa il loro mate value. Oltre al mate value oggettivo esiste un mate value relazionale, il quale misura l'insostituibilità di ciascun partner all'interno della coppia e che può aumentare nel tempo e che è correlato al fare squadra e quindi alla capacità di superare le difficoltà e di accettare i limiti del partner. Rappresenta in pratica la storia che i due partner hanno costruito assieme nel tempo".

L'autore non si esime dall'indagare anche gli aspetti inquietanti della personalità dei partner che tradiscono, evidenziando i possibili tratti narcisistici (svalutare gli altri), machiavellici (manipolare gli altri), psicopatici (ingannare gli altri) o borderline (incolpare ingiustamente gli altri).

Josephs espone le proprie tesi, corredandole di numerosi esempi, ricerche e studi di casi reali, che facilitano la comprensione del lettore e rendono il libro coinvolgente e accattivante. L'autore presenta argomenti psicologici e sociologici in modo accessibile anche a chi non ha una formazione specifica, rendendo il testo adatto a un vasto pubblico di lettori.

Se una critica si può muovere all'articolato saggio di Josephs è quella di muoversi prevalentemente nell'ambito dello stataus quo, quello per interderci che ritiene normali e sane quasi esclusivamente le relazioni monogamiche. La monogamia infatti, nelle nostra epoca, sembra da più parti messa in discussione, non senza valide motivazioni.

In conclusione, Infedeltà è un libro illuminante che getta luce su un tema tabù e delicato, offrendo spunti di riflessione per chiunque sia interessato alle dinamiche delle relazioni di coppia. La sua completezza e profondità lo rendono una lettura preziosa per coloro che vogliono comprendere e affrontare meglio l'infedeltà e le difficoltà che essa comporta nelle relazioni umane.

ordina