George Steiner, Il correttore, Garzanti, 1999

N
a
r
r
a
t
i
v
a

copertina"Il professore" Ŕ un correttore di bozze, maniacalmente preciso per un'interiore esigenza etica e coltissimo, anche se privo di un'istruzione formale.
Gli Ŕ amico e compagno di sezione un prete marxista, dotato di un'intelligenza brillante e critica, Padre Carlo.

Fra il correttore e il prete si snoda nelle pagine del romanzo un dialogo serrato, mentre la televisione diffonde le immagini del crollo del comunismo, dello sfacelo dei suoi ideali e delle sue barbariche e disumane brutture.
Al suo posto, avanza un consumismo straccione, l'albagia trombonesca e approssimativa degli esperti, lo spettacolo di un capitalismo di mediocri.

Il romanzo Ŕ in larga parte una lucida dissertazione sui massimi sistemi: dove va il mondo? Dove andiamo noi? Quale speranza, quale significato possono animare ancora le nostre azioni?

Steiner ci regala un protagonista inattuale e indimenticabile. Le riflessioni riprodotte dai dialoghi fra i personaggi ci delineano le coordinate della contemporaneitÓ, ci aiutano a comprendere il mondo in cui viviamo, tentano di offrirci una bussola per orientarci meglio dopo il tramonto delle ideologie.

| home |

| recensioni |

 

Pagina aggiornata il 04.03.01
Copyright 2000-2007
Valentino Sossella