copertina libro

Giorno 81
Vivi in un mondo che ti dice di lavorare otto ore al giorno, e la definisce produttività. Vivi in un mondo che ti consiglia di dedicare 40 anni della tua esistenza a una carriera che non ti convince del tutto, e la chiama stabilità. Vivi in un mondo che ti esorta a circondarti di più persone possibile, e ti racconta che solo così troverai la connessione con gli altri. Vivi in un mondo che ti obbliga ad avere un'agenda sempre stracolma di impegni, altrimenti ti sentirai vuoto. Vivi in un mondo che punta a farti perdere ciò che ti fa sentire vivo, se vuoi definirti una persona responsabile. È ovvio che tu ti senta disilluso. È ovvio che tu soffra. Abbiamo costruito una società che non ha alcuna cura per l'animo umano, con le sue fasi, le sue stratificazioni, le sue complessità. Ecco perché devi essere tu a creare il tuo universo su misura dentro questo mondo; e forse, dico forse, grazie a te partirà un'onda di cambiamento che travolgerà anche altre persone e le sfiderà a fare lo stesso. Forse la tua vita sarà il faro che guiderà altre anime affini e indicherà loro una nuova rotta dimostrando che, dopo tutto, c'è ancora speranza.

Giorno 309
Come fai a sapere cosa desideri davvero? Fermati e rimani in silenzio. Fai lunghe passeggiate, passa qualche serata in solitudine, spegni il telefono e ascolta. Cerca di scavalcare il muro di paura che ti spinge ad aggrapparti al rumore del mondo - il rumore con cui soffochi il suono della tua stessa voce. Piano piano le risposte verranno a galla da sole, emergendo dal tuo inconscio senza che tu debba estorcerle con la forza. La solitudine ti permetterà di capire chi sei davvero; quando tornerai a stare in mezzo agli altri, scoprirai di essere una persona nuova, diversa, con un potere senza precedenti. Avrai trovato qualcosa che altri non hanno neppure il coraggio di cercare. Solo una volta che avrai capito chi sei potrai sapere cosa desideri davvero.

Il libro L'anno che cambierà la tua vita di Brianna Wiest si presenta come una guida motivazionale e di auto aiuto per coloro che desiderano intraprendere un percorso di sviluppo personale. Organizzato in 365 riflessioni giornaliere - tante quanti sono i giorni dell’anno - , il testo invita i lettori a riflettere profondamente su vari aspetti della propria vita e a considerare nuove prospettive per il cambiamento.

Un suggerimento per la lettura di questo libro è di affrontarlo con calma, dilazionandone la fruizione su giorni, settimane o mesi. Sarebbe, a mio avviso, utile sfogliarlo in momenti diversi, aprirlo a caso, soffermarsi su una pagina e meditare su un pensiero, un’osservazione, un consiglio. Mantenendo vigile il proprio pensiero critico, non accettando ogni affermazione senza riflettere, ma dialogando con il testo, accogliendo il punto di vista dell’autrice e, quando necessario, contestandolo.

Il libro della Wiest si distingue per la sua capacità di stimolare la riflessione e di incoraggiare i lettori a pensare in modo estraneo al rigido conformismo tradizionalista. Offre una visione profonda e complessa della psiche umana, riconoscendone le sfaccettature, le ambiguità e le immense potenzialità. Tuttavia, è innegabile che, a tratti, il libro possa apparire semplicistico. Wiest propone consigli e riflessioni che, seppur validi, potrebbero risultare poco efficaci quando si affrontano le difficoltà concrete della vita quotidiana. In questi momenti, le ovvietà e le banalità presenti nel testo rischiano di essere insufficienti per far fronte alle sfide più drammatiche e complesse della vita.

Il successo del libro è comunque notevole e il messaggio di speranza e cambiamento positivo ha ispirato molte persone. Il vero valore dell'opera di Wiest risiede nella sua capacità di stimolare la riflessione e di incoraggiare un percorso di crescita personale.

Brianna Wiest, autrice americana classe 1992, ha conquistato migliaia di lettori in tutto il mondo con i suoi profondi articoli e libri sulla spiritualità e sull'intelligenza emotiva.

In definitiva, L'anno che cambierà la tua vita è un libro che può essere letto con profitto se affrontato con una mentalità aperta e critica. I lettori dovrebbero avvicinarsi al testo consapevoli che non offre soluzioni definitive e che le sue indicazioni devono essere integrate con il proprio vissuto e, se necessario, con l'aiuto di professionisti.