HOME | SPORT |

Alberto PALOSCHI

 Chiari (BS), 4-1-1990
ATTACCANTE, altezza m 1,75, peso kg 68

ANNO

SQUADRA

SERIE

PRES.

RETI

2007-08

MILAN

A

7

2

2008-09

PARMA

B

39

11

2009-10

PARMA

A

17

4

2010-11

PARMA

A

1

--

genn. 2011 GENOA

A

11

2

Ha esordito in serie A il 10 febbraio 2008 a 18 anni, entrando in campo al 18' del secondo tempo e andando in gol 18 secondi dopo il suo ingresso in campo, siglando l' 1 a 0 che è valso la vittoria del Milan sul Siena.

Carlo Ancelotti, allora allenatore del Milan, aveva definito Alberto Paloschi un predestinato, e in effetti il giovane attaccante, classe '90,  ha la stoffa e le qualità per diventare un grande campione.

Inizia a dare calci al pallone nelle giovanili della Cividatese, squadra del suo borgo. La classe si manifesta precocemente, portandolo a fare diversi provini,  uno con gli esordienti del Milan nel 2001, in cui va subito in gol.

La società rossonera lo acquista, aggregandolo alle proprie giovanili. Alberto ha il gol nel sangue e non perde occasione per dimostrarlo. 
Nel 2007 vince il campionato nazionale allievi segnando 23 gol; passa alla primavera e mette dentro nove gol, otto nella fase a gironi e uno negli ottavi. Sempre nel 2007 esordisce in prima squadra nella doppia sfida di Coppa Italia contro il Catania, andando in gol in entrambe le occasioni.

Attaccante d'area di rigore, Alberto Paloschi è dotato di quel guizzo innato che gli permette di essere nel posto giusto al momento giusto e di metterla dentro indifferentemente col destro, col sinistro o di testa.

Nell'estate 2008 passa al Parma in serie B e gli si spalancano definitivamente le porte del calcio che conta. Con i ducali gioca 39 partite, segnando dodici gol e conquistando la promozione in A. 
Inizia la stagione 2009/10 nella massima serie, segnando subito alla prima giornata, ma il resto della sua partecipazione al torneo è travagliata, a causa di ripetuti infortuni muscolari, dovuti alla crescita di cinque centimetri del suo corpo. Colleziona soltanto 17 presenze in campionato, realizzando quattro reti.

Alberto inizia in modo tormentato anche la stagione 2010/11, sempre a causa di infortuni muscolari. Fino al gennaio 2011, quando passa al Genoa. La sfortuna sembra avere finalmente termine e in rossoblu Paloschi ritrova la forma,  giocando dodici partite e segnando due gol.

Il Milan lo riporta a casa, ma sarebbe uno spreco tenere in panchina un simile talento.

Pier Luigi Usai
(luglio 2011)