SENTIMENTI
[...] quel coltivare a ogni ora i sentimenti, i quali se si manifestano diminuiscono di trasparenza, di profondità.
(M. Tobino, Una giornata con Dufenne)

[...] Poi c'era la interminabile gamma delle passioni, degli affetti, dei sentimenti, di cui bisognava diffidare, perché anche lì si celavano la retorica e una certa teatralità propria degli uomini superficiali.
(M. Cancogni, Azorin e Mirò)

Tutti gli altri piaceri sono vani; nessuno è dolce come la malinconia.
(R. Burton, Anatomia della malinconia)

 | home |

| zibaldone |

Pagina aggiornata il 23.09.10
Copyright 2000-2010
Valentino Sossella