RELIGIONE

 

Quando ero giovane mi dissi: non esiste alcuna prova dell'esistenza di Dio e nessuna dimostrazione che Egli provi molto interesse per noi. Mi consideravo un libero pensatore. Ma oggi, che ho raggiunto la vecchiaia, non riesco ad abituarmi all'idea che l'universo sia soltanto un incidente fisico o chimico; oggi credo, come tutti i miei antenati, che ci sia un Essere che ha dato inizio a tutto e che lo segue. Che ciò sia per noi un bene o un male non ha importanza: esiste e dobbiamo tenerne conto.
(I.B. Singer)

L'uomo è perituro. Può darsi; ma periamo resistendo, e se ci è destinato il nulla, non facciamo in modo che questo sia giusto.
(Senancour, Obermann)

La religione della libertà ci libera dalla religione del mito.
(C. Birzioli)

Per l'uomo veramente religioso niente è peccato.
(Novalis)

Se l'ateismo si propagasse, diventerebbe una religione non meno intollerante delle antiche.
(G. Lebon, Aphorismes du temps present)

Il cristianesimo e l'alcool, i due più grandi agenti di corruzione.
(F. Nietzsche, L'Anticristo)

Chi conosce ciò che è profondo conosce Dio.
(P. Tillich)

Il problema di Dio non riguarda le religioni.
(J. Rostand)

Dio non gioca a dadi.
(A. Einstein)

Rispetto troppo l'idea di Dio per renderla responsabile di un mondo così assurdo.
(G. Duhamel)

Bisogna credere perché è assurdo.
(Tertulliano)

Se mi fossi accorto che il cattolicesimo era contrario alla verità, lo avrei lasciato. La vita mi ha provato il contrario: c'è armonia tra Dio e la scienza.
(J. Guitton)

Perché non possiamo non dirci "cristiani".
(B. Croce)

La Chiesa / è lo spietato cuore dello Stato.
(P.P. Pasolini, La religione del mio tempo)

Libera Chiesa in libero stato.
(Cavour)

Noi andiamo avanti accecati dalle varie religioni, puerili e folli, inventate dai nostri padri contro il terrore dell'immenso Ignoto.
(G. de Maupassant)

Evidentemente Dio ha dimenticato tutto ciò che ho fatto per lui.
(Luigi XIV)

Ma bisogna andare in Oriente per capire cos'è la religione. Ho inteso veramente il sentimento religioso solo laggiù; la vera sede delle religioni è l'Oriente. E, dopo tutto, il cattolicesimo è una religione orientale, che si è diffusa dovunque, ma che forse solo lo spirito di quei paesi può assimilare e accettare totalmente.
(E. Montale, Intervista a G. Vigorelli, 1964)

Noi sentiamo e sappiamo di essere eterni.
(B. Spinoza)

[...] uno che non credeva nell'aldilà e sapeva con certezza che Dio era un'invenzione e che questa era l'unica vita che avrebbe mai avuto.
(P. Roth, Everyman)

La libertà di religione rappresenta il primo di tutti i diritti fondamentali.
(C. Schmitt, Dottrina della costituzione)

L'uomo supera infinitamente l'uomo.
(B. Pascal)

Ciò che è entrato in crisi è l'ateismo "alto". A sostituirlo interviene una forma di sarcasmo, di sberleffo, di critica fondamentalista. Ma esiste anche una nuova forma di ateismo impalpabile, molto più pericoloso anche culturalmente. È fatto d'indifferenza, banalità, qualunquismo.
(monsignor G. Ravasi, L'Espresso, 24 aprile 2008)

Non si può rinunciare a credere in qualcosa, oltre che nell'esistenza del colesterolo.
(M. Vasquez Montalban)

Il cristianesimo è stato la più grande rivoluzione che l'umanità abbia mai compiuta.
(B. Croce, Perché non possiamo non dirci cristiani)

Il silenzio eterno degli spazi infiniti mi sgomenta.
(B. Pascal)

- "[...] Non ho bisogno che i sermoni di qualche moralista di professione mi dicano come comportarmi. E certamente non ho bisogno di un qualche Dio che me lo spieghi. Sono del tutto in grado di condurre un'esistenza morale senza prestar fede a credenze impossibili da avvalorare e oltremodo inverosimili conservate da adulti, senza maggiori fondamenti della favola di Babbo Natale".
(P. Roth, Indignazione)

In effetti che cosa ha ottenuto l'ateismo moderno? Ha ottenuto di sostituire la fede religiosa con la fede atea. Abolita la fede, è aumentata la credulità. L'adulto ateo è più infantile di un bambino: crede solo nei suoi idoli e nei giocattoli che ha fabbricato.
(A. Berardinelli, "Avvenire", 29 luglio 2013)

In trincea nessuno è più ateo.
(E. Flaiano)

Se la molteplicità delle religioni nuoce a uno Stato, è solo perché l'una non vuole tollerare l'altra, ma vuole assorbirla attraverso le persecuzioni.
(P. Bayle)

Ci sono due categorie di persone al mondo. Quelle che hanno una religione ma nessuna ragione e quelle che non hanno religione e usano la ragione.
(al-Ma'arri)

[Il cristianesimo] È essenzialmente una dottrina dell'obbedienza passiva; inculca sottomissione a tutte le autorità costituite.
(J.S. Mill)

| home |

| zibaldone |

Pagina aggiornata il 12.07.17
Copyright 2000-2017 Valentino Sossella