MEMORIA
Le cose si scoprono attraverso i ricordi che se ne hanno. Ricordare una cosa significa vederla - ora soltanto - per la prima volta.
(C. Pavese)

[...] il sub-limine era appunto "l'altro", ci˛ che Ŕ al di lÓ, ed esisteva in sommo grado dove non "si era"; [...] nella memoria, dove la realtÓ perde il suo peso opaco, e gli avvenimenti banali acquistano un peso struggente per cui appaiono dolci anche le cose che sono state tristi, e sempre pi¨ vere di quando si sono vissute.
(M. Cancogni, Azorin e Mir˛)

 | home |

| zibaldone |


Pagina aggiornata il 28.08.10
Copyright 2000-2010
Valentino Sossella