AMICIZIA

Credere che l'amicizia esista è come credere che i mobili abbiano un'anima.
(M. Proust)

Per raro che sia il vero amore, è meno raro della vera amicizia.
(F. de la Rochefoucauld)

Dedico questi patetici Fogli ai Pochi e Rari i quali presto nella vita si sono liberati dell'Amicizia dei Molti.
(J. Abbott McNeil Whistler)

Nella pura amicizia c'è un piacere che non possono provare quanti sono nati mediocri.
(J. de la Bruyere)

I miei amici mi sono cari quando sono solo; quando sto con loro, come sono lontani!
(A. Machado)

Una donna può anche provare amicizia per un uomo, ma perché ciò sia possibile è necessaria una piccola antipatia fisica.
(F. Nietzsche)

Quale avventura limpida e irripetibile è la prima amicizia tra ragazzi! Nessun altro rapporto potrà mai eguagliare quel legame. Nessuno mi diede più, in seguito, ciò che ricevetti da questa amicizia infantile; del resto non incontrai mai più un vero amico.
(S. Marai, Confessioni di un borghese)

L'amicizia è molto più tragica dell'amore: dura più tempo.
(O. Wilde)

Si è circondati d'armi e di nemici, e quelli che chiamiamo amici sono quelli da cui non si teme di essere assassinati, ma che lascerebbero fare agli assassini.
(Madame du Deffand)

Preferisco un nemico sincero a gran parte degli amici che ho conosciuto.
(E. Hemingway)

L'uomo per bene è socievole e solo il cattivo sta solo.
(D. Diderot)

Quel che rende indissolubile le amicizie e ne raddoppia l'incanto è un sentimento che manca all'amore: la sicurezza.
(H. de Balzac)

Non sempre l'amico del cuore fa parte del genere umano.
(D. Basili)

Se non avrai nemici significherà che hai sbagliato tutto.
(G. Arpino, Azzurro tenebra)

Mi sento così lontano da tutti, non ho più amici ormai, tutti mi sembrano così ridicoli, insignificanti
(dal film Turista per caso di L. Kasdan con W. Hart)

L'uomo ama vedere il suo miglior amico umiliato davanti a lui.
(F. Dostoevskij)

L'amicizia raddoppia le gioie e divide le angosce.
(F. Bacone)

Chi coltiva l'amicizia con calore tenga conto dell'effetto serra.
(D. Basili)

Un grande amico che sorga alto su di me
e tutto porti me nella sua luce
che largo rida ove io sorrida appena
e forte ami ove io accenni a invaghirmi [...]
(V. Sereni, Il grande amico)

Amico è con chi puoi stare in silenzio.
(C. Sbarbaro)

L’amore e l’amicizia vanno e vengono; l’odio no. Se hai un nemico, non sei mai solo.
(R.J. Wilcock)

"[...] A me non piace lasciarmi sopraffare dai sentimenti... Ma questo sentimento, l'amicizia, è molto più fine e complicato dell'amore. È il più forte dei sentimenti umani... è veramente disinteressato. Le donne non lo conoscono".
(S. Marai, La donna giusta)

[L'amicizia è] il meno naturale degli affetti: il meno istintivo, organico, biologico, gregario e indispensabile.
(C.S. Lewis, I quattro amori)

Siamo abituati, quando ci salutiamo, a darci colpetti scherzosi sui gomiti, sugli omeri, per dire: Ehi, guarda che io ci sono!
(R. Montanari, Strane cose, domani)

Distruggete l'amore e l'amicizia; che cosa rimane nel mondo che sia degno di essere approvato?
(D. Hume, Saggi morali, politici e letterari)

L'assunto che non avere amici stretti durante l'adolescenza e l'età adulta sia un grave fattore di stress che frustra un bisogno biologico fondamentale e ostacola una prolungata felicità ha preso piede negli ultimi cinquant'anni. [...] Se non si ritiene che il forte attaccamento al prossimo costituisca un arricchimento, come ad esempio accade nella filosofia buddhista, l'idea di godere di molte amicizie risulta meno soddisfacente, e la mancanza di amici non genera grave ansia o depressione.
(J. Kagan, I fantasmi della psicologia)

Il principale piacere dell'amicizia deriva dalla conversazione.
(J. Epstein, Amicizia)

Voi siete mio sincero amico, io ho fiducia in voi e vi stimo profondamente. L'amicizia ce la manda il cielo affinché possiamo parlare con franchezza e salvarci dai segreti che ci opprimono.
(A. Cechov, La paura)

I veri amici, secondo lo psicologo evoluzionista Robin I.M. Dunbar, sono due al massimo: il partner e il proprio migliore amico, con i quali esiste un rapporto intimo e quotidiano. A un secondo livello ci possono essere massimo altre quattro persone, e sono quelle con le quali si condividono affinità, interessi e affetto, e le interazioni in questo caso sono settimanali. Al terzo livello ci sono gli altri: amici occasionali o conoscenti.
(E. Serra, Corriere della Sera 7 ottobre 2016)

Preserva la tua solitudine. Il giorno, se mai verrà, in cui una vera amicizia ti fosse data, non vi sarebbe opposizione tra la solitudine interiore e l'amicizia, al contrario. È proprio da questo segno infallibile che la riconosceresti.
(S. Weil, Quaderni)

| home |

| zibaldone |

Pagina aggiornata il 08.09.19
Copyright 2000-2019 Valentino Sossella